Proteina C-reattiva

Che cosa è la proteina C-reattiva?

  • La proteina C-reattiva aiuta i medici a determinare il rischio di malattie cardiache o ictus.
  • Uno studio dell’università di Harvard, ha dimostrato che la proteina C-reattiva è più efficace del colesterolo a predire i problemi coronarici nelle donne.
  • Gravidanza, l’artrite, il lupus, la polmonite, e il cancro possono causare il valore della proteina C-reattiva alta.

La Proteina C-reattiva è una sostanza prodotta dal fegato in risposta all’infiammazione. Altri nomi per Proteina C-reattiva sono alta sensibilità della proteina C-reattiva (in inglese hs-CRP) e ultra-sensibile proteina C-reattiva (in inglese us-CRP). PCR è l’abbreviazione usata in Italia.

Un elevato livello di proteina C-reattiva nel sangue è un sintomo di qualsiasi condizione che causa infiammazione, da una infezione delle vie respiratorie fino a un cancro. Livello di proteina C-reattiva alta possono indicare che vi è una infiammazione nelle arterie del cuore, che può significare un più alto rischio di attacco di cuore. È importante ricordare, tuttavia, che la proteina C-reattiva è un esame estremamente aspecifico e può essere elevata in qualsiasi condizione infiammatoria.

Che cosa significa avere valori della proteina C-reattiva alta?

I medici non sono tutti d’accordo sulle implicazioni dei livelli di proteina C-reattiva alta. Alcuni credono che ci sia una correlazione tra alti livelli di proteina C-reattiva e un aumento della probabilità di infarto o ictus.

Alcuni studi hanno rilevato che tra quasi 15.000 uomini adulti e sani, una proteina C-reattiva alta è stata associata ad un rischio di attacco di cuore che era tre volte superiore alla media. Degli studi sulla salute, condotti presso l’università di Harvard, hanno dimostrato che alti livelli di proteina C-reattiva erano più predittivi di condizioni coronariche nelle donne che avevano livelli elevati di colesterolo. Il colesterolo alto è un fattore di rischio più comunemente citato. Inoltre, l’alta sensibilità della proteina C-reattiva (hs-CRP) è associata a diabete di tipo 2.

I medici possono richiedere questo esame in combinazione con altri esami per valutare il rischio di una persona per malattie di cuore o ictus. I medici possono anche richiedere un esame proteina C-reattiva dopo l’intervento per verificare la presenza di segni di infezione post-chirurgica o per monitorare malattie infiammatorie, tra cui:

  • malattia infiammatoria intestinale
  • artrite infiammatoria quali reumatoide
  • malattie autoimmuni, come il lupus

Chi dovrebbe fare esame di proteina C-reattiva?

Non si raccomanda questo esame per lo screening generale di malattie cardiache. Se fate parte della popolazione con fattori di rischio per le malattie cardiache, i risultati dell’esame della proteina C-reattiva potrebbe aiutare a meglio monitorare la vostra salute del cuore. I Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie considerano la pressione alta, colesterolo alto, e il fumo come grandi fattori di rischio per le malattie cardiache. Se si dispone di una storia familiare di malattia di cuore, si è ad alto rischio.

Come si esegue l’esame del sangue PCR

Viene eseguito tramite prelievo del sangue. Nessuna preparazione speciale è necessaria per questo esame. Si può mangiare normalmente il giorno dell’esane. Un infermiere o altro operatore sanitario prelevano il sangue da una vena, di solito sulla parte interna del gomito o il dorso della mano.

In primo luogo, viene pulita la pelle sopra la vena con antisettico. Poi, avvolgeranno un elastico attorno al braccio, causando le vene a gonfiarsi leggermente. Poi, il medico inserirà un piccolo ago nella vena per raccogliere il sangue in una fiala sterile.

Dopo l’infermiere raccoglie il campione di sangue, rimuoverà l’elastico attorno al braccio e vi chiederà di applicare pressione sul sito della puntura con una garza.

Rischi di un esame di proteina C-reattiva

Questo è un esame di routine con basso rischio, ma c’è una piccola possibilità con le seguenti complicazioni dal prelievo del sangue:

  • eccessivo sanguinamento
  • vertigini o capogiri
  • lividi o infezioni al sito di puntura

Un esame di proteina C-reattiva può essere utile nella valutazione del rischio di malattie cardiache di un paziente, specialmente in combinazione con livelli elevati di colesterolo. I benefici di questo esame sono superiori alle potenziali complicazioni, soprattutto per quelli a rischio di malattie cardiache o ictus e per il recupero da un recente intervento chirurgico.

Che cosa significano i risultati dell’esame del sangue PCR?

La proteina C-reattiva è misurata in milligrammi di PCR per litro di sangue (mg / L). In generale, un basso livello di proteine C-reattiva è migliore di uno alto, perché indica meno infiammazione nel corpo.

Una lettura del valore inferiore a 1 mg / L indica che si è a basso rischio di malattie cardiovascolari. Una lettura tra 1 e 2,9 mg / l significa che si è a rischio intermedio. Una lettura superiore a 3 mg / L significa che si è ad alto rischio di malattia cardiovascolare. Una lettura superiore a 10 mg / L può indicare la necessità di ulteriori esami per determinare la causa di una grave infiammazione nel vostro corpo.

Una lettura particolarmente elevata dei valori di PCR maggiore di 10 mg / L può indicare:

  • una infezione ossea, o osteomielite
  • un artrite
  • malattia infiammatoria intestinale
  • tubercolosi
  • lupus, un’altra malattia del tessuto connettivo, o un’altra malattia autoimmune
  • il cancro, in particolare il linfoma
  • polmonite

Si noti che i livelli di PCR (Proteina C-reattiva) possono anche essere alti se si usa la pillola anticoncezionale o nella seconda metà della gravidanza. I livelli di infiammazione di basso grado possono essere aumentati da entrambi i contraccettivi orali e l’aumento del flusso di sangue che inizia a metà del secondo trimestre di gravidanza.

Se si è incinta o si ha qualsiasi altra infezione cronica o malattia infiammatoria, un esame PCR del sangue è improbabile per valutare con precisione il rischio di malattie cardiache. Prima di fare un esame PCR, parlare con il medico su eventuali condizioni mediche che possono falsare i risultati dell’esame stesso.

Ricordate che questo esame non fornisce un quadro completo del vostro rischio per la malattia cardiovascolare. Il medico prenderà in considerazione i fattori di rischio, stile di vita e la storia familiare per determinare quali esami sono migliori per voi. Come ad esempio: un elettrocardiogramma, ecocardiogramma, test da sforzo, TAC delle arterie coronarie, o cateterizzazione cardiaca.

Cosa si deve fare se si soffre di Proteina C-reattiva alta?

L’abbassamento della Proteina C-reattiva non è un modo garantito per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, renali, o malattia autoimmune. E’ importante sapere che Proteina C-reattiva alta è quello che i medici chiamano un “biomarcatore”. Un biomarcatore è un fattore da tenere a mente quando si analizza la salute di una persona, ma non un indicatore indipendente di una particolare diagnosi.

Un modello di alimentazione sana provocata livelli di PCR bassi. La dieta mediterranea e la dieta nordica sono state entrambe legate a una diminuzione della PCR. Se si è a rischio di malattie cardiache, seguire una dieta sana, dovrebbe essere parte del vostro stile di vita a prescindere.

Se si è ad alto rischio di malattie cardiovascolari e i risultati dell’esame mostrano Proteina C-reattiva alta, il medico può suggerire dei farmaci per abbassare il colesterolo. Un regime di aspirina può anche essere raccomandato. La vitamina C è stata anche studiata come un trattamento efficace per abbassare i livelli di Proteina C-reattiva per le persone che sono a un elevato rischio di malattie cardiovascolari.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web