Perché la necessità di usare impianti dentali?

Gli impianti dentali sono stati utilizzati per sostituire i denti mancanti dalla metà degli anni sessanta, ma negli ultimi anni il loro uso è diventato molto più diffuso.

Possono essere utilizzati per sostenere corone di denti sostituendo quelli mancanti. Questi ponti ripristinano un grande arco di denti mancanti, o possono essere delle protesi. Gli impianti dentali sono realizzati in titanio, un metallo che è noto per essere compatibile con i tessuti del corpo e sono in grado di legarsi con l’osso adiacente durante la guarigione. Esistono moltissimi studi dall’esperienza clinica per dimostra che gli impianti dentali sono un modo sicuro e conveniente per sostituire i denti persi con risultati naturali.

Gli impianti dentali hanno una serie di importanti vantaggi rispetto ai ponti e alle protesi. Gli impianti dentali ci fanno sentire come se i denti fossero naturali. Funzionano nello stesso modo dei denti naturali e non ci sono difficoltà con il masticare il cibo o con la pulizia dei denti. I denti adiacenti sani non devono essere limati e non devono agire come supporto per il dente o i denti mancanti. La presenza dell’impianto dentale mantiene la struttura dell’osso sotto il dente sostituito.

Con gli impianti dentali, non vi è alcuna necessità di utilizzare collanti speciali o accudire la dentiera ponendola in un posto sicuro. Un impianto dentale è essenzialmente una vite in titanio della lunghezza da 8 fino ai 16mm, che è inserita in una presa ossea preparata nella mascella e agisce come una radice di sostituzione del dente mancante. Un attacco speciale viene montato nella parte superiore dell’impianto, forma il collegamento esterno per il nuovo dente in sostituzione.

Durante la guarigione, la superficie di titanio dell’impianto fonde con l’osso circostante, in un processo noto come osteointegrazione, che può richiedere dai 3 ai 6 mesi circa. Dopo questo tempo, l’impianto è abbastanza stabile per supportare uno o più denti falsi. Gli impianti dentali sono adatti per quasi tutti coloro che hanno perso uno o più denti e vorrebbero ripristinare il loro aspetto o la capacità di masticare. Poiché è importante che il tessuto osseo del paziente sia completamente sviluppato, non si usano nei giovani di età inferiore ai 18 anni.

Prima che si possa pensare ad un impianto dentale, bisogna essere consapevoli che la bocca deve essere in buone condizioni di salute, senza carie o malattie dentali. Se gli impianti sono montati in presenza di periodontite attiva, vi è il rischio che l’infezione si svilupperà attorno all’impianto, portando a dei problemi piuttosto seri. Il dentista avrà bisogno di essere sicuro che la vostra igiene orale sia di alto livello prima che venga offerto questo trattamento perché il successo a lungo termine degli impianti dentali dipende da un buon controllo della placca.

Quando il trattamento è completato, sarà necessario essere disposti a partecipare ad appuntamenti regolari di controllo con il vostro dentista in modo che possa valutare gli impianti e adottare misure per prevenire eventuali complicazioni in una fase precoce. Se si soddisfano tutti i criteri per gli impianti dentali di cui sopra, il vostro dentista potrà discutere con voi sulle varie opzioni di trattamento che sono disponibili, che dipenderanno da molti fattori individuali, come ad esempio la vostra salute generale, il numero e la posizione dei denti mancanti, e la quantità del tessuto osseo.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web