L’argento colloidale per prevenire le malattie

L’utilizzo dell’argento colloidale è una pratica piuttosto recente ma che sta prendendo sempre più piede grazie ai numerosi studi che hanno smentito le titubanze iniziali sull’utilità e sulla pericolosità del prodotto. Siccome i prezzi dell’argento colloidale sono anche piuttosto contenuti e i risultati eccellenti, l’impiego come antibiotico si va sempre più diffondendo.

Con precisione l’argento colloidale può essere definito come una sospensione liquida di argento in forma elementare. Esistono anche altre forme chimiche dell’argento colloidale ma, a differenza di questa, non sono adatte per l’uso sanitario. Invece, l’argento colloidale che può essere utilizzato come antibiotico è disperso in acqua distillata, in questo modo si è certi che non ci siano impurità e che non si formino sali con altri ioni presenti nell’acqua. Per tale motivo al momento dell’acquisto e della preparazione bisogna prestare estrema attenzione e, soprattutto, non acquistare ioni ma argento colloidale puro perché i primi possono formare sali pericolosissimi per l’organismo, mentre il secondo è tossico solo per i microrganismi unicellulari.

La principale caratteristica dell’argento colloidale è quella di essere un potente e rapido antibatterico. Questo perché interviene nel ciclo replicativo dei batteri e va ad interferire con quello che è il metabolismo enzimatico decretando morte certa per soffocamento nel giro di appena sei minuti. Un’azione così rapida impedisce la nascita di ceppi batteri farmaco-resistenti. Oltre che sui batteri, agisce ottimamente anche sui virus e sui funghi. Bisogna tenere presente che esso ha una controindicazione, cosa che comunque accomuna tutti i farmaci. Nello specifico, è da evitare nei casi in cui si riscontri un’insufficienza renale grave perché potrerbbe predisporre all’insorgenza di argiria. Con questo termine si intende la colorazione della cute che va sul grigiastro a causa dell’accumulo d’argento che non viene smaltito a causa di un uso prolungato nel tempo in concomitanza con un apparato escretore (vale a dire i reni) non in grado di eliminarlo.

Per questo motivo sono state stabilite delle dosi che non è il caso di superare con leggerezza. Secondo quanto è in uso in Germania, paese in cui è largamente diffuso, non vanno superati i 2 ml ogni kg di peso corporeo e questo vale sia per gli adulti, che per gli anziani e i bambini. In ogni caso, differenti patologie potrebbero interferire con il trattamento o richiedere dosi specifiche ed è quindi più che opportuno consultare un medico, o anche il naturopata, per avere indicazioni più precise. Non andrebbe utilizzato per molto tempo, anche perché a lungo andare anche la flora batterica normalmente presente nel nostro organismo, la cui funzione è estremamente importante, potrebbe risentirne. Nel caso in cui il trattamento dovesse protrarsi, si consiglia l’assunzione di probiotici o yogurt con fermenti lattici vivi per ripristinare la normale attività batterica.

L’efficacia dell’argento colloidale è stata dimostrata tramite esperimenti in laboratorio per numerose patologie. Tra queste vanno segnalate le malattie che colpiscono gli occhi, come gli orzaioli, le blefariti ma anche le classiche congiuntiviti, malattie della pelle, quali acne, eczemi, ascessi, herpes, psoriasi, impetigine, verruche, orticaria e molte altre, malattie del cavo orale, quali parodontite, alitosi, mughetto e gengiviti, malattie del tratto gastro-intestinale, quindi diarrea, enterite, coliche, emorroidi, meteorismo e gastrite, e malattie del tratto uro-genitale, quali gonorrea, cistiti, micosi e uretriti. Inoltre è curativo anche per le malattie che colpiscono le vie respiratorie, sia per quanto riguarda i malanni stagionali che per l’asma e la sinusite. Infine è ottimo anche per la cura di artrosi, artrite, fibromialgia e sindrome della stanchezza cronica. L’uso non è ancora sufficientemente diffuso per garantirne la presenza in tutte le farmacie (lo si trova infatti solo nelle più fornite) ma può essere comodamente acquistato su internet.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web